Parità dei salari: un esempio da imitare

Autore: UNIA

Qualcosa si muove nel campo della parità. In occasione delle ultime trattative salariali, Unia ha chiesto alle imprese di esaminare i salari delle donne per appurare se vi sia discriminazione. Infatti, le lavoratrici svizzere continuano a guadagnare un quinto meno dei loro colleghi. Il 40% di questa differenza è dovuto ad un comportamento discriminatorio.

Tra le cose importanti da fare vi è quella di migliorare la trasparenza sui salari nelle imprese. Un utile strumento è il Logib, un programma elettronico, che permette appunto di esaminare le paghe delle imprese. Finora, la Novartis è stata una delle poche imprese private ad aver condotto questo esercizio.

Adesso una impresa di medie dimensioni, la Nestlé Konolfingen/Berna, ha condotto in collaborazione con Unia un esame dei salari con il Logib.
L'esercizio ha interessato 171 collaboratori, che non fanno parte dei quadri. E' emerso che la disparità salariale tra donna e uomo è del 9,4%. Questa differenza è dovuta per la maggior parte alle diverse qualifiche e caratteristiche del posti di lavoro. Resta una discriminazione salariale legata al sesso del 3,6%.

I dati indicano che resta da fare, perché le donne svolgono più spesso compiti pagati male. Questo vale anche per la fabbrica di Konolfingen.
Varie cose devono cambiare affinché le donne ottengano le stesse paghe dei loro colleghi. Il processo si estende dal momento in cui si decide la professione da svolgere a quando si ha bisogno di asili nido. Le premesse sono buone là dove i sindacati possono dire la loro nel campo dei salari. Studi dimostrano che le imprese con contratti collettivi di lavoro pagano alle donne giusti salari. 

Altre imprese adesso sono disposte ad esaminare i salari delle lavoratrici in collaborazione con Unia. Si tratta di Hero, Lindt&Sprüngli, del gigante del cemento Holcim e dell'Associazione dell'industria svizzera dei mobili (SEM). Nel settore delle pulizie se ne sta occupando la commissione paritetica e nell'industria metalmeccanica ed elettrica la commissione paritetica per i problemi della parità. In questo modo sono stati fatti passi importati per colmare il fossato delle disparità, ma altri sono necessarie. Le donne meritano di più.

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.