Femminicidio

Il femminicidio consiste nell'assassinio di una donna da parte di un uomo (ma anche di una donna). Prende questo nome solo se l'assassinio è scaturito per motivi legati al fatto di essere donna. Di fatto, non si potrà definire femminicidio quando una donna viene assassinata da un uomo per questioni che non hanno a che fare con la violenza domestica, con la violenza di genere o sessuale. Ad esempio: se una donna viene uccisa da un usuraio maschio, non si potrà definire femminicidio perchè il movente dell'assassinio non sta nella connotazione sessuale e per motivi sessuali.

Il femminicidio avviene per fattori esclusivamente culturali. Il considerare la donna una "res propria", ad esempio, può far sentire l'aguzzino (non a caso spesso un familiare), legittimato a decidere sulla propria vita. Il femminicidio nasce (e in certi Paesi sostenuto con leggi quali il delitto d'onore) appunto per questioni di onore maschile all'interno di un contesto di cultura patriarcale, dove la donna è totalmente sottomessa all'uomo che esercita potere su di lei.