• Donne
  • Donne1

Elda Marazzi

Elda Marazzi
Nata a Locarno, figlia di Rosetta Rossi di Arzo e Giuseppe Marazzi di Riva San Vitale, fervente sostenitrice del suffragio femminile e molto attiva nella campagna per l'ottenimento del voto, Elda Marazzi è stata eletta in Gran Consiglio per il Partito Liberale Radicale, nel 1971, alla prima votazione in cui le donne erano eleggibili. Presidente del Partito Liberale Radicale di Locarno, ne ha organizzato il Gruppo Donne. L'attività e l'impegno di Elda Marazzi sono ben documentati in 11 scatole, depositate presso l'Archivio di Stato, Bellinzona che contengono incarti relativi a: Movimento Sociale Femminile 1954-60; Associazione Ticinese per il Voto alla Donna (ATVD) 1964-76; Associazione dei diritti della donna 1973-76; Federazione Ticinese delle Società Femminili (FTSF) 1965-75; Commissione per l'integrazione della donna 1978-79; Donne Liberali Radicali 1969-80; Partito Liberale Radicale 1967-74; Associazione svizzera per il suffragio femminile 1962-71; Associazione svizzera per i diritti della donna 1971-79; Alliance des sociétés féminines suisses 1965-79; Servizio nazionale delle giovani e delle donne svizzere 1971-72; Anno internazionale della donna 1975; Uguaglianza dei diritti fra uomo e donna 1974-75; corrispondenza e ritagli vari e fascicoli diversi. Elda Marazzi è stata segretaria del primario dell'Ospedale di Locarno, prof. Franchino Rusca, e della Lega ticinese contro il cancro